oro posted by

Il crollo del dollaro verrà indotto dalla carenza di oro per le consegne futures al COMEX? Così Cina e Russia possono piegare Washington. Il caso dell’ETF Blackrock

Non voglio entrare nel merito dei motivi di quanto riassunto nel titolo, basti ricordare che la presidenza di Obama, con il suo interventismo ideologico assimilabile in termini di pervasività a quella di F.D. Roosevelt, ha accelerato il passo dell’indebolimento americano che prima della corrente amministrazione sarebbe potuto essere contenuto con accordi geostrategici in grado di “indirizzare“ la guerra delle valute in corso, ad esempio evitando di trascinare il dollaro USA in una forte salita dovuta al driver monetario, salita che sta danneggiando l’economia reale a stelle e strisce oltre che il suo prestigio globale (leggasi, per far eleggere un Dem alla Casa Bianca il prossimo novembre Obama continua a ripetere che l’economia va bene, tali affermazioni fanno supporre un’economia forte, il che spinge a pensare che i tassi possano salire e quindi il dollaro si rafforza di conseguenza: tolta l’ipotesi di partenza che l’economia USA sia effettivamente forte – in realtà non lo è – il castello crolla, proprio quello che vorrebbero fare Trump e Sanders con i fine di rinvigorire l’economia reale – che è la loro base elettorale, quello che resta della classe media – a scapito delle manipolazioni elitarie/finanziarie degli ultimi 8 anni).

Quello di cui gli USA hanno bisogno oggi e che Obama ha reso impossibile avendo litigato con i pezzi importanti del mondo (Cina e Russia) sarebbe concordare un secondo accordo del Plaza che permetta come nel 1984 agli USA di non far rivalutare il dollaro pur in presenza di tassi americani molto più elevati del resto delle economie mondiali, con l’implicito accordo di supportare il commercio globale ed il consumo americano per i prodotti stranieri.

CFN071what-was-the-plaza-accord-and-what-does-it-have-to-do-with-pressure-on-china-to-revalue-the-yuan

Bene, oggi abbiamo i mercati finanziari in letterale fibrillazione: volatilità, comportamenti incomprensibili dei mercati – in quanto frutto di manipolazioni, spesso made in USA, quasi sempre di matrice occidentale, vedasi gli innumerevoli scandali finanziari – rappresentabili massimamente nel prezzo dell’oro. Il metallo giallo dovrebbe rivalutarsi fortemente non fosse altro per il debasement costituito dalle politiche di QE che svalutano di fatto le materie prime in relazione alla massa monetaria in circolazione, se si raddoppia il numero di dollari in circolazione per definizione questi valgono la metà in termini di potere di acquisto reale.

In generale l’oro è un valore convenzionale di riserva di valore reale non influenzabile dalla politica in quanto limitato, non si può truffare sulla sua disponibilità. E dunque, anche per questa ragione è in antitesi con la forza del dominus dollaro, quando sale l’oro il dollaro scende e viceversa. Dunque, a maggior ragione la salita dell’oro è fattore geostrategico in un momento in cui si mette in discussione il ruolo USA di riferimento e di valuta di scambio globale.

FireShot Screen Capture #192 - 'Gold Price History' - goldprice_org_gold-price-history_htUSD-vs.-gold-price1

La scorsa settimana Blackrock si è accorta di essersi “dimenticata” di registrare (leggasi comprare sottostante da mettere a garanzia) oro fisico per circa 300 mln USD sul suo ETF sull’oro**, ovvero ha emesso ETF di carta che letteralmente valevano oro! E visto che base inventari al COMEX di fatto manca oro da consegnare sui futures (siamo ai minimi storici, rischiamo il default in consegna alla fine di ogni mese) probabilmente qualcuno in Blackrock se l’è “fatta sotto” ed ha bloccato le sottoscrizioni del proprio ETF.

FireShot Screen Capture #195 - 'BlackRock Issued More Shares in Gold ETF Than Authorized - Bloomberg Business' - www_bloomberg_com_news_articles_2016-03-07_blackrock-issued-more-shares-in-gold-etf-than

Si può supporre che sia stato interessato addirittura il governo USA per sbloccare la situazione, pericolosissima, governo che sembrerebbe aver supportato con dovuta moral suasion verso le grandi banche al fine di incrementare la speculazione al ribasso sull’oro cartaceo facendo rientrare il problema, almeno per ora. Ma il danno è fatto ormai, è solo questione di tempo prima che il mercato dei futures salti per l’oro inesistente/insufficiente anche in forza dell’esposizione mediatica su cosa ci sia dietro agli ETF stile Blackrock, russi e cinesi continuano a ritirare fisico mentre altri emettono carta ecc. Ossia la Goldman di turno ed i suoi soci per ora han detto si, diamo supporto – e l’abbiamo visto in difesa del 1260 USD/oz – ma quando tutti capiranno che è inutile sarà una valanga…. Della serie, si stampa moneta con i QE dando di fatto fondi alle banche, che poi provvedono a tenere il prezzo dell’oro basso con enormi scommesse al ribasso che fanno esplodere l’open interest sui mercati futures; se alla scadenza di un contratto qualsiasi venisse richiesto il ritiro dell’oro fisico senza arbitraggio sui prezzi cash magari per 4 o 5 mld di USD di controvalore al COMEX [magari a farlo sarebbe un cinese o un russo], beh, il mercato semplicemente farebbe default.

2168195

Per intanto abbiamo rilevato venerdì u.s. – idem nella settimana precedente – scendere l’oro con vendite selettive finalizzate ad evitare una salita a fine settimana sopra 1265, livello critico oltre al quale sarebbero entrati in azione gli algoritmi in acquisto dei fondi sistematici, vendite fatte cavallo delle chiusure dei vari mercati (europeo) e soprattutto nel post borsa. Il segnale più importante arriva però dai titoli auriferi che in chiusura al Nyse e nel post borsa sono saliti, dopo una lieve discesa nella sessione nonostante i 20+ USD/oz persi nella sessione.

FireShot Screen Capture #190 - 'Foreign banks in China could face curbs if they snub gold benchmark I Reuters' - www_reuters_com_article_us-china-gold-idUSKBN0UJ0J5201601

Non va dimenticato che in Aprile la borsa Cinese di Shanghai, ossia di quel paese che è contemporaneamente il più grande produttore e consumatore di metallo giallo al mondo, lancerà un contratto sull’oro futures in yuan (!!!) ed obbligherà le banche internazionali specializzate nell’oro a partecipare a detto mercato con forme di “limitazione” anche su altri mercati in caso di rifiuto*. Ossia, le manipolazioni che vediamo al COMEX saranno ben più difficili da implementare. Anche perchè se a qualcuno dovesse venire in mente, in assenza di oro da dare in consegna sui futures, di trasformare il COMEX in cash settlement sarebbe questione di ore trasferire i volumi del mercato fisico sulla borsa di Shanghai che farebbe di fatto un prezzo diverso da quello della borsa fisica americana, un prezzo fatto di carta e l’altro di metallo fisico. E dunque i titoli auriferi sopra citati oggi salgono perchè se mancasse oro da dare in consegna la proxy migliore per coprirsi dal default in consegna senza andare a Shanghai sarebbe acquistare azioni di produttori di oro, ecco perchè nel post borsa venerdì scorso sono inspiegabilmente saliti…

Non c’è che dire, non ci annoieremo. A questo punto la vera scommessa non è più se l’oro salirà o meno (prima o poi deve salire), o se il dollaro scenderà o meno (deve scendere) ma se i diretti interessati a mantenere lo status quo (le elitocrazie finanziarie) riusciranno a fare scoppiare una guerra rilevante prima che il sistema capitalistico occidentale drogato da QE planetari crolli sotto il peso dell’enorme debito accumulato.

E se in tutto questo c’è qualcuno che pensa che l’EU tedesca sopravviverà a tali sconvolgimenti, beh, liberi di sognare….

Certamente l’Italia – paese ricco ma debole e facilmente destabilizzabile, la condizione peggiore in questo frangente di crisi globale – deve razionalizzare l’inevitabilità di un profondo ridimensionamento della sua società, finalizzato ad un impoverimento generale con annessa fine del benessere diffuso. Che poi questo possa comportare derive violente ed anche svolte autoritarie, beh, la storia ci dice che sono più probabili che da escludere.

Mitt Dolcino

_______________________

* http://www.reuters.com/article/us-china-gold-idUSKBN0UJ0J520160105

** http://www.bloomberg.com/news/articles/2016-03-07/blackrock-issued-more-shares-in-gold-etf-than-were-authorized

1

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog