crisi posted by

Flash: Crollo ordinativi in Germania.

crisi-germania

Seconda pesante flessione degli ordinativi industriali in Germania, dopo il dato negativo di luglio, anche quello di agosto segna un -1,8%. Il dato risulta  inaspettato dagli analisti i quali scommettevano su un lieve incremento.
germany-factory-ordersRispettivamente, gli ordinativi interni sono calati del 2,6%, segno che le politiche mercantiliste, volte a sacrificare la domanda interna per quella esterna, svalutando il lavoro, stanno proseguendo egregiamente, non a caso la Merkel ha proposto di far impiegare i profughi nell’industria automobilistica nazionale.
Dall’estero invece il crollo è stato molto più marcato, segnando un negativo del 3,7% con l’area extra UE, per l’ovvio motivo che i Paesi non euro, sono dotati di moneta una loro moneta flessibile e quindi non risulterà perennemente conveniente importare oltre il dovuto. Mentre con l’eurozona il calo degli ordinativi tedeschi segna un -2,5%, complice l’imposizione delle misure d’austerità al Sud Europa al fine di ridurre gli squilibri competitivi delle rispettive bilance pagamenti per la parte corrente (export-import). Il legame del recupero di competitività tramite la compressione della domanda interna ed il calo degli ordinativi tedeschi, grazie all’assenza di monete flessibili capaci di livellare gli squilibri commerciali interni all’eurozona, risultano essere elementi che portano alla contrazione di tutto il mercato interno europeo e l’ultimo dato sul ritorno della deflazione nell’eurozona (-0,1% a settembre) ne è la conferma…

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog