Scenarieconomici.it https://scenarieconomici.it il mondo visto da un'altra angolazione Thu, 23 Jan 2020 15:59:29 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 90558640 MARIO GIORDANO, RINALDI, ZANNI E RANCAN A PIACENZA https://scenarieconomici.it/mario-giordano-rinaldi-zanni-e-rancan-a-piacenza/ Thu, 23 Jan 2020 15:59:29 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117170

  Per chi volesse vedere un incontro politico vivo ed interessante ricordiamo che questa sera all’auditorium di Sant’Ilario, Piacenza, ci sara un incontro con il candidato Daniele Rancan intervistato da...

L'articolo MARIO GIORDANO, RINALDI, ZANNI E RANCAN A PIACENZA proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

Per chi volesse vedere un incontro politico vivo ed interessante ricordiamo che questa sera all’auditorium di Sant’Ilario, Piacenza, ci sara un incontro con il candidato Daniele Rancan intervistato da Mario Giordano con la partecipazione di Antonio Maria Rinaldi e Marco Zanni. Un’occasione  per chiudere bene la campagna elettorale.

P


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo MARIO GIORDANO, RINALDI, ZANNI E RANCAN A PIACENZA proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117170
DIMISSIONI DI di maio TRAMITE IL NUOVO GIORNALE BILDERBERG ITALIANO = FATTO QUOTIDIANO (di Marco Santero) https://scenarieconomici.it/dimissioni-di-di-maio-tramite-il-nuovo-giornale-bilderberg-italiano-fatto-quotidiano-di-marco-santero/ Thu, 23 Jan 2020 15:14:01 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117166

    Rilancio con piacere questo file splendido in cui Marcotti pacatamente spiega come il “capo politico” del M5S in stato di compostaggio sempre più accelerato non sapesse di DOVER...

L'articolo DIMISSIONI DI di maio TRAMITE IL NUOVO GIORNALE BILDERBERG ITALIANO = FATTO QUOTIDIANO (di Marco Santero) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

 

Rilancio con piacere questo file splendido in cui Marcotti pacatamente spiega come il “capo politico” del M5S in stato di compostaggio sempre più accelerato non sapesse di DOVER FARE UN GOVERNO COL PD PRIMA E 10 GIORNI FA NON SAPEVA DI DOVER DARE LE DIMISSIONI!!

M5S sono dalla nascita marionette (BEN PAGATE) occulte della finanza e del globalismo!!

Ora obbediscono a bacchetta agli ordini del Fatto Quotidiano cui arriva la “velina” dagli emissari del Bilderberg = cui Feltri Stefano Vicedirettore ha partecipato SUBITO dopo le europee!!

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/bilderberg-vietato-parlare-ndash-stefano-feltri-tornato-205883.htm

Come mai di maio ( la maiuscola ormai è superflua ) viene palesemente costretto a dare le dimissioni proprio pochi giorni prima delle Regionali, con probabile effetto devastante per il M5S in Emilia e Calabria?

L’ipotesi di Marcotti è la stessa che ho immediatamente pensato anch’io alla notizia = serve a concentrare i voti in Emilia su Bonaccini (candidato mimetizzato del PD = nei sui cartelli il simbolo PD non c’è!!) sacrificando i pupazzi M5S ormai sputtanati, con l’aiuto delle Sardine POMPATE A DISMISURA DA TUTTI I MEDIA A LIBRO PAGA DELLA FINANZA E ANCHE VERGOGNOSAMENTE DAL SERVIZIO PUBBLICO RAI!! UN TENTATIVO DISPERATO DI CONTRASTARE SALVINI E MELONI DATI PER FAVORITI = sardine nuovo specchietto delle allodole acchiappacitrulli!!

Cari Emiliani se ci cascate un’altra volta nel trappolone piddino la pagherete con lo sfascio sociale e economico che riceverete nei prossimi 5 anni.

Anche perché una SANA ALTERNANZA FRA LE PARTI POLITICHE NELLA GESTIONE, SE NEGATIVA, NON PUO’ CHE FAR BENE, COME STIMOLO A FARE MEGLIO!!

Attivate la mente!

M5S …….  che figura di me……..pietosa!!


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo DIMISSIONI DI di maio TRAMITE IL NUOVO GIORNALE BILDERBERG ITALIANO = FATTO QUOTIDIANO (di Marco Santero) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117166
Zingaretti getta la maschera: ecco il pensiero più fascista di sempre (di Giuseppe Palma) https://scenarieconomici.it/zingaretti-getta-la-maschera-ecco-il-pensiero-piu-fascista-di-sempre-di-giuseppe-palma/ Thu, 23 Jan 2020 09:54:11 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117154

Ospite di Porta a Porta, Nicola Zingaretti – segretario del Partito Democratico – fa un’ammissione che, se l’avesse fatta Salvini o Berlusconi ai suoi tempi, sarebbe rimbalzata su tutti i...

L'articolo Zingaretti getta la maschera: ecco il pensiero più fascista di sempre (di Giuseppe Palma) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

Ospite di Porta a Porta, Nicola Zingaretti – segretario del Partito Democratico – fa un’ammissione che, se l’avesse fatta Salvini o Berlusconi ai suoi tempi, sarebbe rimbalzata su tutti i giornali e talk show televisivi. Tre giorni di scioperi e manifestazioni “anti-fasciste” in tutta Italia. E invece, visto che l’ha fatta Zingaretti, tutti tacciono, tutti fanno finta di niente. Tanto si sa, se una sciocchezza proviene da sinistra, tutto è ammesso. Pd e sodali pretendono di detenere il fuoco sacro della verità.

Veniamo al dunque. Ecco la frase pronunciata dal segretario Dem che dovrebbe destare scalpore e sdegno in tutti gli uomini liberi: “Credo una cosa: forse, non so se mi sbaglio, ma credo di no, è’ la prima volta nella storia della democrazia italiana del dopoguerra, che c’è un movimento di massa contro le opposizioni, perché di solito i movimenti sono sempre contro chi gestisce il potere; e invece contro i valori, che sono alla base di leadership, che hanno fatto dell’odio la matrice di una identità […]”. VIDEO:

Ci sarà un motivo, caro Zingaretti, se è la prima volta che da 75 anni a questa parte – cioè dalla fine della guerra – non vi sia mai stato prima d’ora un movimento di protesta contro le opposizioni. In un sistema che voglia definirsi liberale (nell’accezione nobile del termine),  protestare contro le opposizioni rappresenta un CRIMINE contro le libertà democratiche. Esiste democrazia se si può protestare contro chi governa, non contro le opposizioni. Quelle a cui tu ti riferisci, caro Zingaretti – nel caso specifico alle proteste delle cosiddette Sardine contro il leader dell’opposizione-, sono pratiche tipiche dei regimi totalitari. E’ nell’Unione Sovietica – dalla cui ideologia comunista tu provieni – che si protestava (se non di peggio) contro le opposizioni, è in Corea del Nord che vi sono truppe governative che sedano con la violenza quei pochi ed occasionali tentativi di opposizione.

Lavandoti continuamente la bocca col fanatismo dell’ “anti-fascismo, tra l’altro in assenza di fascismo, hai finito per proliferare e diffondere proprio una forma subdola di fascismo, quello vero, quello che protesta contro le opposizioni e non contro chi governa.

In una democrazia, quantomeno in quelle mature e compiute, non può essere l’opposizione oggetto di contestazione. Come ebbe modo di affermare nell’Ottocento il poeta tedesco Heinrich Theodor Fontane,“tutto è disciplinato dalla legge dell’opposizione, che è anche una legge di compensazione”. Tirannico è dunque quello Stato in cui si manifesta contro le opposizioni e non contro chi governa.

Ma tutta questa farsa, questa continua presa in giro nei confronti dei cittadini italiani finirà non appena sarà data al popolo la possibilità di esprimersi in libere elezioni. E allora sarete spazzati via con un semplice tratto di matita.

Avv. Giuseppe Palma

***

(Ladri di democrazia. La crisi di governo più pazza del mondo. L’ultimo libro di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, Giubilei Regnani editore, 2019: https://scenarieconomici.it/ladri-di-democrazia-la-crisi-di-governo-piu-pazza-del-mondo-lultimo-libro-di-p-becchi-e-g-palma-giubilei-regnani-editore/)

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo Zingaretti getta la maschera: ecco il pensiero più fascista di sempre (di Giuseppe Palma) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117154
STA PER SCOPPIARE UNA NUOVA BOMBA SPECULATIVA? IL SOX INDEX e Huawei https://scenarieconomici.it/sta-per-scoppiare-una-nuova-bomba-speculativa-il-sox-index-e-huawei/ Thu, 23 Jan 2020 08:15:54 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117147

  Anche se la politica espansiva della FED ha gonfiato gli indici in modo notevole c’è un settore che ne ha risentito in modo particolare : quello dei semiconduttori. Lo...

L'articolo STA PER SCOPPIARE UNA NUOVA BOMBA SPECULATIVA? IL SOX INDEX e Huawei proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

Anche se la politica espansiva della FED ha gonfiato gli indici in modo notevole c’è un settore che ne ha risentito in modo particolare : quello dei semiconduttori.

Lo specifico indice SOX, che raccoglie le società qu’utilise in questo specifico settore mostra come ormai siamo oltre i valori della bolla delle DOT COM a cavallo del nuovo millennio.

Tutto questo però accade senza che vi sia una corrispondente crescita della redditività di questi titoli, come mostra la sempre maggiore separazione fra andamento delle quotazioni e valore ďel P/E, il rapporto prezzo e dividendi azionari.

 

Siamo di fronte ad una crescita anomala che, oltre alle politiche espansive ed all’interesse degli hedge fund per il settore é anche legata ad un fenomeno temporaneo che potrebbe presto esaurirsi portando alla esplosione della bolla speculativa.

Nonostante l’accordo commerciale raggiunto, le tensioni fra Cina ed USA sono sempre al livello di guardia. Huawei, il colosso cinese della telefonia, non è per nulla uscito dal mirino delle autorità USA, tanto che si parla di un possibile indurimento delle sanzioni commerciali nei suoi confronti. La società cinese quindi sta cumulando nei propri magazzini grandi quantità di componentistica telefonica anche parzialmente made in Usa, per non essere costretta a chiudere le linee  in caso di rottura della propria catena di fornitura.

Questa rottura potrebbe colpire le forniture di microchip con componentistica o know how made in USA anche inferiore al 25%, come quelli prodotti dalla TSMC di Taiwan, fornitrice pure di Apple che si avvale di un parziale apporto di elementi americani sinora lasciati fuori dal bando commerciale su Huawei. Però l’accampamento cinese non potrà durare in eterno e terminerà o con l’applicazione del nuovo bando commerciale o quando i magazzini per la componentistica telefonica, soprattutto 5G e 4G, non saranno completamente pieni. A questo punto il superlavoro per i produttori di componenti si esaurirà, portando ad una fine il boom del settore e la bolla speculativa.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo STA PER SCOPPIARE UNA NUOVA BOMBA SPECULATIVA? IL SOX INDEX e Huawei proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117147
OPSS: ANCHE L’ALLEATO DI SOLEIMANI UCCISO, MA NIENTE DRONI. Era comandante delle Guardie Rivoluzionarie https://scenarieconomici.it/opss-anche-lalleato-di-soleimani-ucciso-ma-niente-droni-era-comandante-delle-guardie-rivoluzionarie/ Thu, 23 Jan 2020 07:00:33 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117136

    Essere amici di Qassem al Soleimani, il defunto comandante delle Guardie della Rivoluzione (IRGC) non porta tanto bene. Un comandante della milizia Basij, il cuore della IRGC, Abdolhossein...

L'articolo OPSS: ANCHE L’ALLEATO DI SOLEIMANI UCCISO, MA NIENTE DRONI. Era comandante delle Guardie Rivoluzionarie proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

 

Essere amici di Qassem al Soleimani, il defunto comandante delle Guardie della Rivoluzione (IRGC) non porta tanto bene. Un comandante della milizia Basij, il cuore della IRGC, Abdolhossein Mojaddami,  e  stretto alleato della milizia Quds comandata da Soleimani , è stato ucciso in nella provincia sud occidentale del Khuzestan, ma non da un drone, bensì da due uomini armati su una motocicletta, come riportato dall’agenzia stampa iraniana IRNA. Anche Reuters ha sottolineato come il comandante fosse uno stretto alleato del defunto capo dei Quds.

Il Khuzestan è considerato una terra instabile, dove recentemente vi sono stati violenti sconti  fra governativi e manifestanti, con anche numerosi arresti e, soprattutto, sparizioni fra le file di chi si opponeva  al governo. Tutto questo ha causato la nascita di movimenti violenti, fra cui Mujahideen e Khalq (MEK) che molto valutano sia appoggiato dagli oppositori esterni (leggasi USA ed Israele). Si tratta di un gruppo considerato terroristico in Iran ed in altri paesi, che si configura come una specie di culto dedicato al rovesciamento del governo

Certo che l’assassinio di un così alto militare proprio in Iran, ad opera di sconosciuti qualche dubbio lo fa venire che, in fondo, gli stessi militari più estremisti all’interno dell’occidente non più molto desiderati, anzi siano diventati ormai sacrificabili e superflui, come dimostra anche la risposta tutto sommato moderata alla morte del capo di Quds.

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo OPSS: ANCHE L’ALLEATO DI SOLEIMANI UCCISO, MA NIENTE DRONI. Era comandante delle Guardie Rivoluzionarie proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117136
L’AUSTRIA DICHIARA GUERRA ALL’ITALIA NEI TRASPORTI. Interrogazione urgente al Parlamento Europeo https://scenarieconomici.it/laustria-dichiara-guerra-allitalia-nei-trasporti-interrogazione-urgente-al-parlamento-europeo/ Wed, 22 Jan 2020 18:30:44 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117130

    Scoppia la guerra dei trasporti fra Italia , Austria e Germania, ed a farne le spese sono i nostri autotrasportatori. Proprio dal 1° gennaio 2020 sono entrati in...

L'articolo L’AUSTRIA DICHIARA GUERRA ALL’ITALIA NEI TRASPORTI. Interrogazione urgente al Parlamento Europeo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

 

Scoppia la guerra dei trasporti fra Italia , Austria e Germania, ed a farne le spese sono i nostri autotrasportatori. Proprio dal 1° gennaio 2020 sono entrati in vigore sul passaggio  del Brennero i divieti di transito settoriale per altre categorie merceologiche :

  • carta e cartone,
  • prodotti minerali liquidi,
  • cemento, calce, intonaco bruciato-gesso
  • tubi e profilati cavi; cereali

A questi divieti si accompagnano altri divieti legati alle classi EURO dei veicoli stessi.

Dal divieto settoriale sono esclusi i veicoli con propulsione elettrica o a idrogeno, peccato che veicoli elettrici o ad idrogeno non esistano ancora, per cui l’esenzione può servire ai fantasmi o all’uomo del futuro.  I veicoli Euro VI sono esentati solo se nuovi,, cioè immatricolati oltre il 31 agosto 2018.

Si tratta di un  attacco durissimo all’interscambio fra Italia e Germania ed al nostro export che, in buona parte , si muove ancora su ruote. Inoltre tutto questo avviene in barba alle norme del libero mercato europeo, che vengono sempre e solo applicate quando interessano a qualcuno, ma quasi mai quando invece sarebbero utili alle aziende italiane.

Per questi motivi stanno partendo iniziative di protesta fortissime dalle categorie del trasporto, fra cui anche un’interrogazione parlamentare europea, che vi riportiamo, con, fra i proponenti, Antonio Maria Rinaldi, Simona Baldassarre,  Marco Zanni, Marco Campomenosi, Lucia Vuolo, Massimo Casanova, Matteo Adinolfi e Paolo Borchia.

Ecco il testo completo.

Limitazioni alla circolazione al valico del Brennero: comportamenti discriminatori e danni per l’economia comunitaria

Con l’ordinanza pubblicata nella Gazzetta ufficiale del Tirolo N.81/2019 sul divieto di circolazione settoriale sono state aumentate le limitazioni sul traffico pesante al valico del Brennero, prevedendo il divieto alla circolazione su strada di nuove merci, mettendo a rischio almeno 30 miliardi di euro all’anno di esportazioni con evidenti conseguenze negative anche in termini occupazionali. Si rammenta che, in media, ogni anno i TIR che transitano dal valico del Brennero sono circa 2,4 milioni, per un interscambio commerciale che supera i 200 miliardi all’anno.

Considerando ciò, si chiede alla Commissione se:

1. Ritiene che la tutela dell’ambiente, nella ratio di questa ordinanza, sia stata adeguatamente bilanciata con il diritto alla libera circolazione delle merci che rappresenta una delle quattro libertà fondamentali dell’UE?

2. Inoltre pensa di intervenire per contrastare questo comportamento discriminatorio che concede particolari deroghe alle sole merci dirette o provenienti dall’Austria?


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo L’AUSTRIA DICHIARA GUERRA ALL’ITALIA NEI TRASPORTI. Interrogazione urgente al Parlamento Europeo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117130
CINA: OLTRE 400 CASI DI CORONAVIRUS FANNO TREMARE IL MONDO. Anche quello economico https://scenarieconomici.it/cina-oltre-400-casi-di-coronavirus-fanno-tremare-il-mondo-anche-quello-economico/ Wed, 22 Jan 2020 08:00:44 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117119

  Le autorità sanitarie cinesi sembrano mostrare tutta la loro preoccupazione dopo l’esplosione dei casi di Corona virus nel Wuhan. Al contrario di quanto accade nel 2003 con la SARS...

L'articolo CINA: OLTRE 400 CASI DI CORONAVIRUS FANNO TREMARE IL MONDO. Anche quello economico proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

Le autorità sanitarie cinesi sembrano mostrare tutta la loro preoccupazione dopo l’esplosione dei casi di Corona virus nel Wuhan. Al contrario di quanto accade nel 2003 con la SARS questa volta sono stati fatti subito degli annunci pubblici allarmanti. Del resto sono oltre 400, gli infetti, di cui 190  solo in un weekend, 9 i morti, oltre 1300 i casi sotto osservazione. La popolazione è stata avvisata di restare in casa e di rinviare i viaggi, mentre negli aeroporti sono scattati stretti controlli sanitari, che comunque non hanno impedito il primo caso negli USA. La Corea del Nord ha praticamente chiuso le frontiere ai turisti per impedire la diffusione del virus. La scoperta della trasmissibilità da umano ad umano per via aerea fa temere il peggio.

Ecco come è attualmente diffuso il virus

In poche ore nelle zone a rischio sono andate esaurite tutte le scorte di mascherine protettive che, per ironia della sorte vedono nell’americana 3M uno dei principali produttori.

Nel 2003 la SARS uccide oltre 800 persone, anche mettendo in difficoltà l’economia di Hong Kong e rallentando la Cina. In una situazione già incerta questa nuova epidemia non può che portare ad ulteriori incertezze, soprattutto per il calo nei voli aerei, trasporti, trasferimenti e vacanze. Ricordiamo che siamo alla vigilia del capodanno cinese, quando le famiglie viaggiano per ricongiungersi e festeggiare, ma questa epidemia farà sentire i propri effetti anche su questi spostamenti. Del resto si fornisce  al governo di Pechino un ulteriore  alibi per giustificare l’attuale situazione economica non brillante.

Negli Usa proprio ieri molte azioni hanno già risentito gli effetti fi questa crisi. Il trasporto aereo verrà duramente colpito, mentre cresce il settore farmaceutico.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo CINA: OLTRE 400 CASI DI CORONAVIRUS FANNO TREMARE IL MONDO. Anche quello economico proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117119
LA RAGGI FA IL SINDACO DI MINORANZA. Roma oltre il muro del ridicolo https://scenarieconomici.it/la-raggi-fa-il-sindaco-di-minoranza-roma-oltre-il-muro-del-ridicolo/ Wed, 22 Jan 2020 07:00:33 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117115

    Ieri a Roma è successo qualcosa di più rispetto alla sconfitta della Lazio. Al Consiglio Comunale hanno gridato no alla discarica a Monte Carnevale,, basta col progetto e...

L'articolo LA RAGGI FA IL SINDACO DI MINORANZA. Roma oltre il muro del ridicolo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

 

Ieri a Roma è successo qualcosa di più rispetto alla sconfitta della Lazio. Al Consiglio Comunale hanno gridato no alla discarica a Monte Carnevale,, basta col progetto e che venga ritirata la delibera di Giunta di Capodanno in cui si indica la cava nella Valle Galeria come sito per lo smaltimento dei rifiuti. L’assemblea capitolina ha approvato perfino con il voto del Movimento Cinque Stelle due mozioni, sullo stesso tema, dell’opposizione. La mozione di Fratelli d’Italia che chiedeva di riconsiderare la scelta di Monte Carnevale è stata approvata con 28 favorevoli 3 contrari e 3 astenuti mentre quella del Pd-Civica, simile nel contenuto, ha ottenuto ben  21 voti favorevoli, un contrario e 10 astenuti.

La sedicente Sindaco di Roma permane nella propria posizione senza tremare, anzi ha detto che a Monte Carnevale la discarica si farà. A questo punto l’assemblea ha due alternative:

= restare coerente e sfiduciare il sindaco, forse tra i peggiori della storia romana,

– dimostrare di essere guidato da una maggioranza di voltagabbana ed accettare la discarica

Ora in quattro e quattr’otto, anche volendolo, non si fanno i termovalorizzatori, e neanche sj inventano da zero un riciclo ed una differenziata ancora embrionali. Il futuro prossimo dei rifiuti romani è o nella discarica ruca o nella solidarietà dei vicini. Sarebbe più serio formalizzare queste collaborazioni di scarto, magari abbattendone il costo d spostandone le  ricadute nel tempo e su fattori non solo economici. Tutto il resto, dai giochini col riciclo alle fantasie di avere subito energia dall monnezza sono solo delle illusioni, come quelle di far diminuire le polveri sottili fernando il traffico. La Raggi ha venduto troppe fantasie: scenda dal pero e vada a casa.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo LA RAGGI FA IL SINDACO DI MINORANZA. Roma oltre il muro del ridicolo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117115
LA SVEZIA È PERSA. il governo non ha più il controllo https://scenarieconomici.it/la-svezia-e-persa-il-governo-non-ha-piu-il-controllo/ Tue, 21 Jan 2020 21:27:29 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117098

    “Sfortunatamente questo governo ha perso il controllo di ciò che  sta accadendo in Svezia. Adesso la mattina ci svegliamo con le notizie di bombe ed esplosioni, questa volta...

L'articolo LA SVEZIA È PERSA. il governo non ha più il controllo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

 

 

“Sfortunatamente questo governo ha perso il controllo di ciò che  sta accadendo in Svezia. Adesso la mattina ci svegliamo con le notizie di bombe ed esplosioni, questa volta nella cerchia interna di Stoccolma enel centro di Uppsala”. Questo scrive il leader del partito moderato Ulf Kristersson in  un recente articolo di Aftonbladet.

Quest’anno ci sono stati circa 257 attacchi bomba denunciati alla polizia nel 2019, contro 162 del 2018 il tutto secondo il Consiglio Nazionale per la prevenzione del Crimine. Non ci sono molti dettagli sul tipo e la potenza delle bombe, ma pare si tratti di pentole a pressione riempite di esplosivo, come dice Reuters.

Tutti hanno notato la cosa, svedesi in testa.. Tranne il governo di centrosinistra

La scorsa settimana a Stoccolma vi è stata quella che è stata definita come la maggiore esplosione in Svezia di questo tipo finora, e solo per un caso non ci sono stati morti.

Un altro trend fortissimo è quello delle bombeva mano, le granate, che poi sono localmente chiamate “Mele” queste armi in utilizzo principalmente alle gang di strada, quindi ai gruppi di immigrati, e provengono soprattutto dalla ex Jugoslavia. Se con 890 dollari compri un’arma automatica con 100 compri una bokba a mano

 

Le guerre fra gang sono ormai all”ordine del giorno in tutta la Svezia, con 60 zone identificate dalla Polizia come ad alto rischio. Secondo il governo le nuove risorse stanziate per la polizia saranno in grado di invertire la crisi, ma secondo altri ormai il punto di non ritorno è stato superato. Del resto ci sono stati 307 scontri a fuoco con 47?morti. La provenienza di questa violenza è prevedibile quando metà dei disoccupati è nata all’estero.

 

 

 

 

 

 

 

L


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo LA SVEZIA È PERSA. il governo non ha più il controllo proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117098
Gregoretti: a processo dovrebbe andarci Conte e non Salvini. Le ragioni giuridiche (di P. Becchi e G. Palma) https://scenarieconomici.it/gregoretti-a-processo-dovrebbe-andarci-conte-e-non-salvini-le-ragioni-giuridiche-di-p-becchi-e-g-palma/ Tue, 21 Jan 2020 14:06:28 +0000 https://scenarieconomici.it/?p=117100

La giunta per le immunità parlamentari del Senato ha dato il via libera al processo nei confronti di Matteo Salvini sul caso Gregoretti. Ora la palla passa all’aula di Palazzo...

L'articolo Gregoretti: a processo dovrebbe andarci Conte e non Salvini. Le ragioni giuridiche (di P. Becchi e G. Palma) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>

La giunta per le immunità parlamentari del Senato ha dato il via libera al processo nei confronti di Matteo Salvini sul caso Gregoretti. Ora la palla passa all’aula di Palazzo Madama, che deciderà in via definitiva il 17 febbraio. I vigliacchi della maggioranza giallo-rossa hanno disertato la giunta per non fare di Salvini un martire in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria del 26 gennaio, ma sono pronti a mandare il leader dell’opposizione a processo nel voto di febbraio. I “ladri di democrazia” sono senza spina dorsale.

Salvini è accusato di sequestro di persona perché, da Ministro dell’Interno, alla fine del mese di luglio dell’anno scorso impedì lo sbarco di 130 migranti sulle coste italiane. Una follia, fatto sta che il Tribunale dei Ministri ne chiede il processo nonostante la Procura ne avesse chiesto l’archiviazione. Non vogliamo per il momento argomentare una difesa tecnica sulla base del codice penale, bensì porre l’accento su una questione di natura costituzionale.

Le decisioni del governo sono di tipo collegiale, quindi, anche nel caso di atti posti in essere dai singoli ministri, il Presidente del Consiglio ne è sempre informato e, se in disaccordo, può applicare l’art. 5, secondo comma, lettera c) della Legge n. 400/1988, attraverso il quale “può sospendere l’adozione di atti da parte dei Ministri competenti in ordine a questioni politiche e amministrative, sottoponendoli al Consiglio dei Ministri nella riunione immediatamente successiva”. Nel luglio 2019 al governo c’era la maggioranza giallo-verde, Presidente del Consiglio lo stesso Giuseppe Conte che oggi presiede il governo giallo-rosso.

La decisione sulla Gregoretti da parte di Salvini, all’epoca Ministro dell’Interno, non fu in alcun modo ostacolata né dal Consiglio dei Ministri né dal Presidente del Consiglio, il quale non pose alcun limite alle decisioni del Viminale. Fatto sta che, quando Salvini impedì alla Gregoretti di attraccare sulle coste italiane, nessuno del governo fiatò, tanto meno il Presidente del Consiglio. La responsabilità, dunque, non è del Ministro dell’Interno, ma di tutto il Consiglio dei Ministri, in particolar modo del Presidente del Consiglio. Non a caso il primo comma dell’art. 95 della Costituzione stabilisce che “il Presidente del Consiglio dei Ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l’unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l’attività dei Ministri”.

E’ facile ora per Conte scaricare le responsabilità su Salvini, ma in realtà – se esistono reati sul caso Gregoretti (e secondo noi non ne esistono) – a processo dovrebbe andarci il Presidente del Consiglio e non il leader della Lega.

Nel corso del processo, infatti, sarà opportuno che Salvini faccia la cosiddetta “chiamata in correità” di Giuseppe Conte, il quale dovrà rispondere del medesimo reato di sequestro di persona da una posizione di maggiore responsabilità rispetto all’allora titolare del Viminale.

Conte ha tradito la maggioranza giallo-verde per accreditarsi con Usa e Bruxelles allo scopo di restare a Palazzo Chigi anche con la maggioranza giallo-rossa. Ora però va tradotto nel processo per rispondere con Salvini di un reato, tra l’altro, inesistente. E’ bello fare i fenomeni col culo degli altri come fa Conte, ma ora il tempo della pazienza è finito.

di Paolo Becchi e Giuseppe Palma

***

(Ladri di democrazia. La crisi di governo più pazza del mondo. L’ultimo libro di Paolo Becchi e Giuseppe Palma, Giubilei Regnani editore, 2019: https://scenarieconomici.it/ladri-di-democrazia-la-crisi-di-governo-piu-pazza-del-mondo-lultimo-libro-di-p-becchi-e-g-palma-giubilei-regnani-editore/)

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


L'articolo Gregoretti: a processo dovrebbe andarci Conte e non Salvini. Le ragioni giuridiche (di P. Becchi e G. Palma) proviene da Scenarieconomici.it.

]]>
117100