attualita' posted by

FED: calo acquisti in autunno, fine QE nel 2022. Se tutto va bene….

 

WASHINGTON, DC – MAY 19: A gold plated seal outside inside the Eccles Building, the place of the Board of Governors of the Federal Reserve System and of the Federal Open Market Committee, May 19, 2016 in Washington, DC. (Photo by Brooks Kraft/ Getty Images)

 

Mentre i piani di tapering della Fed potrebbero avere un’importanza secondaria oggi, quando il mondo – se non così tanto i mercati – si concentrano sulla deprecabile ritirata dall’Afghanistan, questa mattina il portavoce della Fed presso il WSJ Nick Timiraos (che ha sostituito Jon Hilsenrath come portavoce preferito della banca centrale) scrive che i funzionari della Fed  stanno raggiungendo un accordo sul ridimensionamento delle proprie politiche espansive entro circa tre mesi se la ripresa economica continua, con alcuni che premono  per terminare il loro programma di acquisto di attività entro la metà del prossimo anno.

Nella riunione del 27-28 luglio, i membri del FOMC hanno deliberato su due importanti questioni:

– quando iniziare ad azzerare  i propri acquisti mensili di 80 miliardi di dollari in titoli del Tesoro e 40 miliardi di dollari in titoli ipotecari

– quanto velocemente ridurli.

La Fed pubblicherà mercoledì i verbali della riunione che potrebbero fornire ulteriori indizi su tali discussioni.

Lo scorso dicembre, la Fed aveva affermato che avrebbe continuato il ritmo attuale degli acquisti di obbligazioni fino a quando i membri del board non avessero ritenuti di aver raggiunto “ulteriori progressi sostanziali” verso gli obiettivi di inflazione media del 2% e occupazione robusta. Più di recente, Powell ha chiarito che l’ostacolo principale è l’occupazione con la Fed disposta a far esplodere l’inflazione in  pur di raggiungere la quasi piena occupazione, una scelta degna del Nobel Vickrey.

Cosa ne pensano i singoli membri del board della Fed?

  • Il presidente della Fed di Boston Eric Rosengren ha detto in un’intervista che si aspettava di vedere dal 21 al 22 settembre raggiungere una crescita occupazionale sufficiente per soddisfare i criteri per ridurre gli acquisti di obbligazioni. “Ciò creerebbe un po’ di tempo questo autunno un possibile tapering che dipende dalla variante Delta e da altre varianti che non rallentano sostanzialmente il mercato del lavoro”, ha detto in un’intervista la scorsa settimana. Rosegreen si è detto preoccupato della crescita dei prezzi immobiliari al limite dell’indisponibilità.
  • Il presidente della Fed di Dallas, Robert Kaplan, è d’accordo. “Questi acquisti sono progettati molto bene per stimolare la domanda, ma non abbiamo problemi di domanda”, ha detto in un’intervista. “All’indomani della Grande Recessione, l’abbiamo fatto. Quindi non voglio usare il playbook dal 2009 al 2013”. Quindi si riconosce che il problema è l’offerta. Kaplan ha affermato che riducendo gli acquisti di asset anticipatamente, la Fed potrebbe essere in grado di ritardare maggiormente l’aumento dei tassi.
  • La presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly, ha affermato in un’intervista della scorsa settimana che pensa che l’economia dovrebbe tenere “l’inizio della riduzione entro la fine dell’anno, o forse il prossimo”. I mercati del lavoro sono “davvero forti, sempre più forti”.
  • Il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, ha dichiarato di voler iniziare a ridurre gli acquisti di attività a ottobre e concludere il programma entro marzo, riducendo gli acquisti di buoni del Tesoro di $ 20 miliardi al mese e di obbligazioni ipotecarie di $ 10 miliardi al mese.

Quindi, secondo la maggioranza dei membri del board della Fed, questo autunno dovremmo assistere ad una riduzione degli acquisti e dal 2022 alla fine vera e propria del cui è legato alla pandemia. Però il governo Biden ha messo in moto una serie di legge di bilancio legate agli investimenti, ed il prossimo anno ci sono le elezioni di metà mandato, rendendo difficile una politica fiscale restrittiva. Sarà la fede in grado di rispettare i propri impegni, di fronte ad un governo che vuole continuare a spendere?

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal