attualita' posted by

Draghi denuncia complotto contro l’inflazione. Ma è proprio l’eurozona l’esportatrice della deflazione.

draghi

Il “complotto” denunciato, da Draghi, troverà sicuramente la condivisione (del punto di vista del capo della BCE) da coloro che hanno sempre deriso chi veramente ipotizzava non complotti ma meccanismi del perchè siamo in crisi e del motivo per il quale proprio la deflazione e la disoccupazione sono gli unici fattori voluti per mantenere quella competitività erosa dall’euro.
L’epicentro mondiale della deflazione è proprio la zona euro soprattutto la Germania, Paese che per le sue politiche di svalutazione del lavoro (beggar thy neighbour) tramite le sue famose riforme e grazie alla moneta unica in cui può bloccare la rivalutazione di quella che era la sua ex divisa nazionale (accumulando surplus commerciali superiori a quelli della Cina), sta esportando il crollo dell’inflazione nel resto del mondo. Se l’unico modo per rendere l’area euro assente da squilibri commerciali tra gli Stati, in assenza di monete sovrane flessibili, è la compressione salariale tramite le citate riforme del lavoro (come ammesso dalla stessa commissione europea) e quella della domanda interna imponendo i vincoli di bilancio e un alto peso del fisco, è ovvio che si innescherà in tutto il continente una spirale deflattiva che infetterà i mercati del resto del mondo. Ogni Stato, vedendo il suo vicino sempre più competitivo, risponderà deprimendo la domanda e i salari per esportare ad un prezzo sempre più conveniente, ma ciò come già spiegato innescherà un meccanismo auto distruttivo per l’economia reale, rendendo sempre più insostenibili i debiti sovrani grazie alla deflazione. D’altra parte in nome dell’austerità competitiva fu proprio Draghi che nel lontano 2011 qualche mese prima di essere capo della BCE raccomandò una “revisione” dei salari per l’Italia, quindi ora non ci si può lamentare della presenza inevitabile della deflazione. E non solo austerità competitiva l’Europa sta morendo di deflazione, ma anche per le misure restrittive approvate dai parlamenti nazionali come il Fiscal Compact e pareggio di bilancio, oltre alla continua riduzione dei deficit in tutta l’eurozona, fattore decisamente negativo per la ripresa di una minima inflazione.euro-area-inflation-cpi (3)euro-area-government-budget (1)
E neanche il QE di Draghi, il quale ha denunciato questo ipotetico complotto mondiale contro l’inflazione risulta utile, dal momento che a questa politica d’espansione monetaria manca quell’anello di congiunzione per andare a irrorare liquidità all’economia reale, con il risultato che la liquidità rimane nel circolo economico finanziario, il quale potrà solamente calmierare i tassi d’interessi, cosa non sufficiente per far ripartire, consumi, lavoro ed inflazione ora ad un misero tasso dello 0,4% per tutta la zona euro.
D’altra parte nel 2013, il capo della BCE aveva già chiarito che il compito dell’istituto di Francoforte era ed è, secondo i trattati, quello di agire sull’inflazione ma NON sull’occupazione, fattore invece determinante per la ripresa dell’inflazione se si conosce l’ ABC della curva di Phillps in cui per uscire dalla deflazione è necessaria l’occupazione per la ripresa dei consumi. Quindi l’idea del complotto è totalmente fuori luogo.
D’altra parte, se Draghi è onesto, saprà benissimo che qualsiasi politica espansiva economica con una ripresa dell’inflazione, produrrebbe maggiori gap di competitività tra il nord e sud Europa (maggiore domanda in Italia e Grecia, si tradurrebbero in maggiori importazioni e quindi negativo per la bilancia pagamenti) per il fatto che queste due aree condividono la stessa moneta, fattore di squilibrio e non di equilibrio.
E in ultima analisi, sul petrolio sotto i 30$ al barile, cosa che certamente contribuisce ad “arricchire” la deflazione, Draghi dovrebbe chiedersi chi ha contribuito al crollo dell’oro nero per arrecare un danno alla Russia con la complicità dell’Europa?

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog