attualita' posted by

DISEGUAGLIANZA SEMPRE MAGGIORE: ricchezza finanziaria 630% di quella reale.

Il Covid-19 ed un sistema di aiuti mal studiato e mal realizzato un po’ in tutto il mondo ha portato ad una ancora maggiore esplosione della ricchezza reale rispetto a quella finanziaria ed ad un boom quindi delle disuguaglianze che ne derivano, anche perchè ad essere coinvolto nell’esplosione finanziaria non sono state tutte le azioni, ma solo un pugno di esse.

Qui vediamo gli asset finanziari del settore privato USA (Obbligazioni, azioni derivati ETF etc) rispetto al valore del PIL americano:

Attenzione che si tratta solo di valori finanziari, non di valori anche reali, come, ad esempio, immobili, oro, automobili etc Solo ricchezza finanziaria.

Del resto, come ha detto Michael Hartnet di Bank Of America “Ormai wall street è diventata Too Big  Fail”, troppo grande per fallire:

“Lo stimolo monetario e fiscale in termini di annunci finora, arriva a $ 20.000 miliardi, $ 8.000 miliardi di stimolo monetario e $ 12.000 miliardi di stimolo fiscale. E quel numero è – è poco più del 20% del PIL globale. Quindi è semplicemente sbalorditivo e mozzafiato e devi pizzicarti a volte per rendersi conto che sta realmente accadendo “.

Questa ricchezza finanziaria non è neanche distribuita in modo omogeneo nella Borsa USA, ma si concentra in un pugno di azioni:

Prima del Crash del 200o si era prodotto un effetto simile, ma su una scala molto minore. Ora siamo ad un livello spaziale, rispetto a quello precedente: se nel 2000 il peso delle prime 5 società era del 19% ora è del 23%. Però questo fenomeno in cui un pugno di aziende trascina il mercato è anche indice di una sua estrema fragilità e spesso anticipa delle correzioni clamorose.

Tutto questo è figlio di un super stimolo monetario e di un deficit monster:

Il deficit USA si sta avvicinando a quello che gli USA hanno avuto nella Seconda Guerra Mondiale ed ha abbondantemente superato quello della prima guerra mondiale. Però c’è una bella differenza: nei due casi differenti si faceva deficit per COSTRUIRE navi, camion, carri armati, aerei, etc. Oggi si fa deficit per lasciare a casa le persone. Il post periodo bellico era contrassegnato da un’eccesso di offerta di infrastrutture produttive , ora no. Nello stesso tempo la BoJ è giunta a possedere il 44% del debito pubblico giapponese, la FED il 20% di quello USA, ma di inflazione neanche l’ombra, a parte  quella degli asset finanziari. Peccato che gli asset finanziari non si mangino, non ci portino in giro e non ci riparino dalla pioggia….


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed