criptovalute posted by

CRIPTO: POLITICHE MONETARIE ESPANSIVE E CRESCITA DI VALORE DELLE VALUTE VIRTUALI

 

Questa settimana abbiamo avuto il primo taglio dei tassi effettuato dalla FED, in questo momento solo il primo perchè altri sono probabili. A settembre avremo una nuova politica espansiva da parte della BCE, con tassi negativi ancora più profondi ed una nuova tornata di QE. Per comprendernegli effetti basta analizzare il rendimento del BUND decennale ieri…

Questo è l’effetto che si sta creando solo nell’attesa delle mosse della BCE, sena che ancora ci sia una precisa idea di quali queste possano essere. Quindi avremo una nuova ondata di liquidità che deprimerà i tassi di interessi.

Questa settimana ho narrato il fatto che, in una situazione in cui i tassi negativi sono non un evento temporaneo, ma un fatto permanente, le banche si trovano nella necessità di riversare sui clienti i rendimenti negativi, con  UBS che ha annunciato che farà pagare lo 0,75% ai depositanti con oltre 2 milioni di franchi sui conti correnti. Quindi tutta questa liquidità non potrà essere depositata e rimanere quiescente. Da qualche parte dovrà finire…

Una parte potrebbe riversarsi nelle valute virtuali. Ad esempio BTC ha superato i 10 mila dollari nuovamente e questo movimento si è intensificato dopo l’annuncio della FED:

Quindi rivoli di questa enorme quantità di denaro che verrà immessa sui mercati finirà nelle valute virtuali, ma potrebbe esserci di più.

I tassi negativi della BCE; se arriveranno ai livelli di cui ora si parla del -0,6% o -0,7% le banche si ritroveranno, come accade in Svizzera, nella necessità di riversare i tassi negativi sui clienti, oppure di fornire delle alternative liquide. Cosa è più liquido di una valuta virtuale facilmente scambiabile su un exchange nel tempo di minuti, con un’operatività su 24 ore 7 giorni su 7? Purtroppo attualmente il problema delle criptovalute è la grandissima volatilità, e la banca rischierebbe, nell’arco di pochi giorni, di non poter restituire al cliente la stessa moneta che ha ricevuto. Un discorso diverso può essere fatto per le stable coin, cioè  con volatilità minima e collegate alla quotazione di una valuta  Fiat. Però queste velute dovrebbero essere in grado, a loro volta , di investire in asset con la giusta combinazione di liquidità e rendimenti negativi, in modo da poterne garantire la solvibilità senza che i diversi profili temporali degli investimenti possano creare dei problemi.

Quindi la situazione attuale potrebbe favorire l’evoluzione di una nuova classe di asset, stable coin rappresentative di fondi di liquidità con rendimenti contenuti, ma positivi. Non parliamo di Libra che contiene anche un rischio di cambio interno, ancorché attutito, ma qualcosa di diverso e di distaccato al servizio del sistema bancario.

 

 

Canale cripto di scenarieconomici: https://t.me/TWOCBLConsulting


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi