attualita' posted by

CHI SONO GLI AVVERSARI DEL “RECOVERY FUND”? GLI AMICI DI ZINGARETTI

Una delle fesserie che sentite in TV e che vengono dette con convinzione, per persuadervi, è che i paesi “Nemici” del Recovery Fund, o Next Generation Fund, così amato e desiderato, quasi carnalmente, da Giuseppi Conte siano governati da maggioranze e primi ministri “Populisti” evicini alla Lega ed a Fratelli d’Italia.

I 4+1=5 paesi austeri sono, come sappiamo: Paesi Bassi, Svezia, Danimarca, Austria, Finlandia.

Vediamo chi sono i primi ministri ed i governi:

FINLANDIA: ultima arrivata fra gli “Austeri” ha come ministro la signora Sanna Marin, Socialdemocratica, lo stesso raggruppamento europeo del PD di Zingaretti a Bruxelles, S&D. Il suo partito governa con Verdi e Popolari. Per curiosità popolare il M5s cercò di entrare sia nei Liberali (RE) sia nei Verdi a livello europeo, ma non lo ha voluto nessuno.

SVEZIA: il primo ministro Kjell Stefan Löfven è socialdemocratico, governa in minoranza ma in accordo con i partiti centristi. Anche sui è nel S&D a livello europeo;

DANIMARCA: la signora Mette Frederiksen  guida il partito socialdemocratico (S&D) ed il governo di Copenhagen in minoranza, ma con l’appoggio esterno del blocco rosso. La signora è nota per la sua opposizione diretta a Trump;

PAESI BASSI: il primo ministro Mark Rutte guida il partito liberale (RE) VVD, e governa con i democristiani (PPE, popolari) e con il partito D66, anch’esso RE. Le sue posizioni sono fortemente contrarie ai partiti populisti;

AUSTRIA: il primo ministro è Sebastian Kurz è il leader del Partito del popolo austriaco (OVP, parte del PPE). Governa in alleanza con i Verdi austriaci.

Quindi dei cinque paesi che sono fortemente e radicalmente avversari dei populisti, nella maggior parte con governi socialdemocratici, appartenenti quindi a quel S&D che, a livello europeo, contiene anche il Partito Democratico italiano. Gli altri sono con il PPE , quello di Berlusconi e di Forza Italia, ed i Liberal-europeisti di Macron.  Tutti amici di Conte e del PD, ma, evidentemente, al contrario di quanto accade in Italia, tengono di più al proprio Paese che alla propria parte e sono quindi contrari a qualsiasi accordo che non vedono vantaggioso per loro. Perchè Zingaretti non organizza un bel tour europeo per convincere i suoi alleati? Oppure teme di essere preso a pernacchie?


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed