attualita' posted by

Astra Zeneca: vietato in Germania sotto i 60 anni. Nella disperazione italiana tutto va bene

 

In Germania alcuni Land bloccano la vaccinazione con Astra Zeneca per i cittadini sotto i 60 anni, quindi si muove la Merkel e blocca la vaccinazione in tutto il Paese. Il Brandeburgo e la Baviera hanno preso questa decisione per primi, costringendo il ministro della sanità tedesca Spahn ed il Cancelliere Merkel a seguire la decisione, il tutto annunciato in una conferenza stampa. Il motivo è il pericolo di trombosi anomale nelle vene del cervello. Ci sarebbero stati 31 casi segnalati di trombosi anomale in persone vaccinate con questo siero, con età compresa dai 20 a 63 anni, entro il 29 marzo.

La Germania ha imitato il divieto, di cui abbiamo già parlato su Scenari, in Canada, che ha vietato l’uso del siero nelle persone under 55. Praticamente i giovani vengono esclusi da questa vaccinazione.

La Merkel ha giustificato la sua decisione parlando di “Necessità di ricostruire la fiducia nei vaccini”, ma l’incredibile avanti e indietro sul vaccino Anglo Svedese sta proprio causando l’effetto opposto. Del resto EMA, l’autorità farmaceutica europea, ne aveva confermata la bontà proprio di recente, ma, a questo punto, anche la sua credibilità viene messa in forse.

A questo punto facciamoci una domanda: se vi chiamassero a vaccinarvi con stra Zeneca, vi rechereste volentieri all’appuntamento? Non chiedereste di cambiare il tipo d’iniezione? Peccato che non potrete farlo perché la situazione della mancanza di vaccini in Italia, a fronte della volontà di ritornare alla normalità, è tale che non ci si possa, o voglia, negare nessuna alternativa.

In bocca al lupo!

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal