attualita' posted by

Anche le acque minerali (tassate) curative per il PIL italiano??!!

download (2)

“Chi siete? Cosa fate? Cosa portate? Sì ma quanti siete? 1 fiorino!
Leggere che aumentare addirittura le tasse sulla casa ( unica forma di risparmio degli italiani), tramite la revisione catastale che certamente immagino non ridurrà l’IMU e la TASI sia la strada per la ripresa economica dell’Italia, accompagnata da un aumento di altre tasse, tra cui quelle sull’acqua minerale, lascia un po perplesso.
L’ex premier Monti dopo che ci ha imposto  l’IMU e non solo, il mercato immobiliare è letteralmente crollato, a seguire i
italy-housing-index

consumi e di conseguenza anche il pil provocando un aumento del rapporto % con il debito pubblico.

Queste proposte elencate, sono un mix di ultraliberismo e austerità germanica, che escludono la spesa a deficit come ipotizzava Keynes e non solo, a partire da un più ampio margine sul limite deficit-pil imposto da Maastrich e l’ovvio superamento del pareggio di bilancio. 
Inoltre nell’articolo si è a conoscenza del principio della curva di Laffer? ovvero aumentando la pressione fiscale oltre un certo limite, il gettito da parte dello Stato DIMINUIRA’!
Curva_di_Laffer
E’ vero che il  cuneo fiscale, andrebbe ridotto, ma se per far ciò si deve ridurre la domanda interna aumentando altre tasse, allora questo si rivelerà un gioco a somma zero se non negativo. La nostra è una crisi da DOMANDA (crollo consumi) e se questa deve essere compressa (attraverso l’inasprimento fiscale) per ridurre le tasse sul lavoro, ciò non produrrà nessun effetto benefico, ovvero espansivo. Il datore di lavoro NON assume principalmente perchè NON si compra e aumentando altre tasse i consumi CROLLERANNO!
Infine, qualsiasi politica espansiva economica, in presenza di cambi fissi o nel nostro caso nel contesto dell’eurozona, porterà inevitabilmente ad un aumento delle importazioni e quindi ad uno squilibrio della bilancia pagamenti, nella precisione, delle partite correnti, con perdita di competitività per l’innalzamento dei salari e quindi registrando minori export.

Pertanto per recuperare quella  competitività  a livello internazionale, non potendo flessibilizzare la moneta, si dovranno ridurre i consumi con l’inasprimento fiscale, provocando disoccupazione e precarietà, cosa che Monti l’ha anche ammesso durante una sua intervista. Inoltre nell’articolo preso in esame, si legge anche di tassare le acque minerali e questo punto beviamoci sopra…
Purtroppo l’europeismo non è una teoria economica, bensì una religione del nuovo millennio…

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog