attualita' posted by

Amazon negli USA assume anche chi fuma erba per le consegne. Sarà interessante

Sia Amazon che Walmart stanno cercando, con grande difficoltà, di aggiungere rispettivamente più di 55.000 e 20.000 dipendenti. Amazon è alla ricerca di dipendenti aziendali e tecnologici mentre l’assunzione di Walmart si concentra sulla catena di approvvigionamento.

La mossa di Amazon di assumere 55.000 dipendenti è una delle prime importanti iniziative del nuovo CEO Andy Jassy da quando ha preso il posto dell’ex CEO Jeff Bezos all’inizio di quest’anno. Le posizioni includeranno ruoli di ingegneria, scienza della ricerca e robotica.

La baldoria delle assunzioni mostruosa vedrà Amazon portare i propri dipendenti al  oltre il 33% della forza lavoro di Google e quasi tutta la forza lavoro di Facebook, secondo CNBC. Sarà anche un aumento del 20% dell’attuale forza lavoro tecnologica e aziendale di Amazon, che attualmente conta circa 275.000.

Ma non è solo la forza lavoro interna di Amazon a dover essere ampliata. Bloomberg ha riferito mercoledì che Amazon ha trovato una soluzione per aumentare il numero di  postini  per le consegne a contratto che utilizza per consegnare dai centri logistici alla casa dell’acquirente: reclutare i fumatori di marijuana. 

Esatto: nonostante il fatto che guidare sotto l’effetto di qualsiasi sostanza sia illegale, la società consiglia ai suoi partner di consegna di pubblicizzare in modo ben visibile che non selezionano i richiedenti per l’uso di marijuana, secondo le e-mail tra Amazon e gli appaltatori esaminati da Bloomberg.

Ciò può aumentare il numero di candidati di lavoro fino al 400%, afferma Amazon in un messaggio ai suoi autisti-appaltatori (senza spiegare d dove sia stato ottenuto il numero). Al contrario, afferma la società, lo screening per la marijuana riduce il pool di potenziali lavoratori fino al 30%. Una società collegata per la consegna che ha interrotto lo screening dei candidati per volere di Amazon afferma che la marijuana è stata la ragione prevalente per cui la maggior parte delle persone ha fallito i test antidroga. Ora che sta testando solo droghe come oppiacei e anfetamine, passano più conducenti.

Altre società di consegna stanno continuando a selezionare i richiedenti, preoccupate per le implicazioni assicurative e di responsabilità nei molti stati in cui l’uso di erba rimane illegale. Temono anche che la fine dei test antidroga possa indurre alcuni conducenti a fare “Il pieno di relax” prima di intraprendere un percorso.

“Se uno dei miei conducenti si schianta e uccide qualcuno e risulta positivo alla marijuana, questo è un problema mio, non di Amazon”, ha detto un sub apparatore, che ha chiesto l’anonimato per discutere del problema perché Amazon scoraggia i proprietari delle società di consegna dal parlare con i media.

Nello stesso tempo Amazon mantiene i test sulla marijuana per le proprie assunzioni interne. Certo, siamo sicuri che, affidando le consegne ai fumatori di erba, avremo delle consegne molto più varie e interessanti negli USA.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal