attualita' posted by

Le Fake News dei media contro Trump? Il Presidente USA aveva ragione sulla Svezia (Telegraph)! Sembra quasi propaganda fascista….

Il vaso è colmo, adesso basta! Queste sono le parole che disse mio nonno un giono, nella mezzo della sua gioventù, quando decise di opporsi al nazifascismo.  Dunque, 75 anni dopo, con la redazione di Scenarieconomici.it abbiamo deciso di mettere in piedi una centrale sulle fake news, seria, documentata, fattuale, per evidenziare l’esistenza di un enorme problema. Vi faremo sapere gli sviluppi.

Quello che temo è scoprire che sono proprio i media mainstream a diffonderle, vedremo. La ragione? Mi dilungherei troppo, mi limito a dire che lo scopo facilmente è non fare comprendere alla gente che disastro hanno combinato i governi degli ultimi anni (…). Disastro che si traduce in crisi economiche a cui contribuiscono con loro miseria solo le classi media e bassa, invece le elites globali di stampo neofeudale esplodono di gioia e ricchezza.

Ho visto troppe bugie sui media in questi ultimi tempi, e lo dico senza partigianeria.

Oggi iniziamo a smascherarne una di bugia: il caso delle parole di Trump sulla Svezia, che bugie non erano, almeno nei termini presentati dai nostri media. Ecco le prove. Per inciso Donald J. Trump sosteneva che gli immigrati in Svezia avevano creato numerosi problemi di integrazione, con insurrezioni locali ecc. ecc.. Anche un attenato. Da lì al terrorismo il passo è breve.

Dunque, iniziamo dalle parole di Trump come riportate dalla CNN e dal New York Times (NYT), due giornali ultra Dem (leggasi anche, ultra elitari):

E vediamo ora come la stessa notizia è stata riportata dai nostri fantastici media locali, sempre allineati alla stessa fronda del NYT e della CNN (sembrerebbe). Obiettività? Beh, lasciamo perdere: Copia e Incolla direi…

 

Ecco poi la spiegazione di Trump sull’accaduto, si riferiva nel suo commento ad una trasmissione di Fox News andata in onda la sera prima sulle tensioni in Svezia (con un attentato) a fronte delle ondate migratorie. Appunto, le parole di Trump vengono poi spiegate bene da un altro giornale certamente non di parte, l’israeliano Haaretz, che con un commento obiettivo (avete capito media italiani? Obiettivo…) spiega cosa c’era dietro alle parole Trumpiane sulla Svezia, dopo che lo stesso presidente le aveva commenate sucessivamente allo scandalo creato ad arte:

A 24 ore di distanza ecco i giornali inglesi dire bellamente che, nonostante il polverone, Traump aveva ragione:

Anche Zerohedge conferma. Ossia, tradotto, TRUMP DI FATTO NON HA DETTO BUGIE. OSSIA I MEDIA HANNO CONTRIBUITO A DIFFONDERE PERCEZIONI FALSATE SE NON SPUDORATAMENTE FALSE TRA I LETTORI.

E che ci siano da tempo serissimi problemi di integrazione con gli immigrati in Svezia non è notizia di ieri. Vedasi:

Anzi sembrerebbe che, come indicato dall’autore del programma di Fox News a cui Trump ha fatto riferimento, è proprio la Svezia a non voler ammettere di avere problemi con i migranti e con le tensioni che inevitabilmente innesca nella popolazione…

https://heatst.com/politics/looks-like-donald-trump-was-right-about-sweden-after-all/

CONCLUSIONE: in base ai fatti presentati, Trump può avere esagerato i toni ma di fatto aveva ragione.

La chiosa è la seguente: siamo veramente sicuri che il re della propaganda, Goebbels, sia morto nel bunker con il Fuhrer? [magari dovremmo rifare la domanda ai suoi nipoti diretti, i Quandt, ossia la famiglia proprietaria della BMW, ricchissima; memento quelle elites globali a cui forse dobbiamo lo stillicidio di news per lo meno dubbie – guardate sempre chi sono i proprietari dei media che diffondono news che poi si dimostrano non veritiere… -)

Ad Maiora (Thanks to Gustinicchi…)

Mitt Dolcino

1 Comment

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog