attualita' posted by

RIFONDARE L’ECONOMIA COME “SCIENZA”! di Marco Santero

 

image

Numerosi ed autorevoli studiosi hanno sostenuto unlo stretto collegamento fra economia e follia. Kenneth Boulding ha pronunciato una frase destinata a diventare celebre:
«Chi crede che una crescita esponenziale possa continuare all’infinito in un mondo finito è un pazzo, oppure un economista».
http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/La-fuga-dalla-realta-e-il-mito-della-crescita-infinita

ECONOMIA NEOLIBERISTA = SCIENZA DELLA CRESCITA INFINITA IN UN MONDO CON RISORSE FINITE E ORMAI PROSSIME AL COLLASSO = FOLLIA!
Il disastro e collasso che stiamo vivendo nasce dall’idea dell’illimitatezza dei bisogni come mito fondante dell’economia moderna unito con Adam Smith ( “la ricchezza delle nazioni”) alla SACRALIZZAZIONE E DIVINIZZAZIONE DEL “MERCATO” INTESO COME “MANO INVISIBILE”!

PER QUESTO TUTTO IL LAVORO TEORICO DI QUESTA MATERIA FUORI DAI CONTESTI FISICI E BIOLOGICI REALICHE SI CHIAMA ECONOMIA E SI CONCENTRA A LIVELLO TEORICO SULL’IMPIEGO DI MEZZI “COMPETITIVI” (LAVORO, TECNICA AMMINISTRATIVA, CAPITALE, TECNOLOGIA, MARKETING, ECC.) MENTRE LA RIFLESSIONE SULLO SCOPO DEL SUO AGIRE (SALVO LA MASSIMIZZAZIONE DEL PROFITTO PER I “PADRONI”) E DI TUTTO CIO’ SVANISCE COMPLETAMENTE!

L’effetto sui consumi che si sta manifestando è paradossale:
da un lato sta crescendo un consumo critico, attento, selettivo, in cui qualità, sostenibilità e attenzione al sociale (es. consumo equo e solidale), inteso come uno dei pilastri su cui fondare una parte consistente della propria realizzazione personale.
Da un altro lato invece viene coltivato dai media un consumatore che utilizza merci e servizi per il valore “emozionale” che la pubblicità da loro. Crea sconcerto IL LIVELLO DI SOGGEZIONE E DIPENDENZA CHE IL SISTEMA MEDIATICO RIESCE AD INIETTARE NEI CONSUMATORI NON CONSAPEVOLI: l’esempio più devastante è la violenza psicologica che viene imposta alle donne, con ragazzine anoressiche e bulimiche che sono indotte a sentirsi/vedersi grasse perché non rispondono ai criteri estetici impossibili da raggiungere (perché inesistenti nella realtà, salvo rari casi di predisposizione genetica) E DI QUESTO TANTE CI MUOIONO!!!

Donne adulte e mature che deformano (con gravi rischi per la salute) volontariamente il loro corpo e viso per inseguire, anche qui, ideali irraggiungibili (perché le foto sui giornali e i video sono ampiamente ritoccate) e lo dimostra il fatto che se uno vede dal vivo queste divinità moderne scopre che sono molto meno perfette di quello che i fotografi riescono a far credere!

Tutto questo è CRIMINALE E ANDREBBE SANZIONATO IN MODO DRACONIANO!!
DA IL VOMITO PENSARE CHE MENTRE UN TERZO DELL’UMANITA’ VIVE CON MENO DI UN DOLLARO AL GIORNO NELLA MISERIA E DEGRADO PIU’ NERI E ANCHE NELLA PARTE “RICCA” DEL MONDO SI FA’ SEMPRE PIU’ NUMEROSA LA MASSA DEI POVERI , SI STIA CREADO, PER CHI È ANCORA BENESTANTE UNA “SOCIETA’ DELLE ESPERIENZE DI CONSUMO EMOZIONALI” (G. SCHULZE):
I prodotti non sono più solo portatori di utilità, ma piuttosto di una funzione espressiva e di realizzazione personale per chi li acquista! Per questo si riesce a convincere all’acquisto di una borsa da 100 euro (al massimo) di costo di produzione a 3/4000 euro di prezzo di vendita e un uomo a comprare un cellulare a 700/800 euro, quando il costo di produzione sarà 50 euro!!
GENIALE E DIABOLICO ALLO STESSO TEMPO: le merci sono caricate di significato, sono dei simboli sociali con cui identificare se stesso, la propria famiglia e i propri amici e quindi la propria “classe sociale”!

UNA INFINITA SCALA SOCIALE DA SCALARE COME ANIMALI NELLA GIUNGLA, A “PATTO” DI SACRIFICARE L’EQUITÀ E IL WELFARE COLLETTIVO IN NOME DELLA TEOCRAZIA NEOLIBERISTA, E AVANTI COSÌ VERSO IL COLLASSO!!
CON LE IDEE CI HANNO FREAGATO, CON LE IDEE SI PUO’ FAR RISORGERE VERSO UN NUOVO MIRACOLO ECONOMICO, SOCIALE E CULTURALE IL PAESE!!
ITALIA LIBERA, SOVRANA E SOSTENIBILE!

Marco Santero

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog