attualita' posted by

Privatizzazioni ovvero vendere casa per pagare il mutuo.

 

Il governo si appresta a privatizzare il 40% di Poste Italiane ed il 49% di ENAV e con ciò ci troviamo difronte all’ ennesimo €uro-saccheggio dei tempi moderni (http://liradidio.blogspot.it/2013/09/settembre-andiamo-e-tempo-di.html). Rispettivamente Poste ha chiuso il 2013 con un utile netto di 1 miliardo mentre l’ ENAV con un utile di 50 milioni. Cedendo il 40% della prima, lo Stato incasserebbe secondo le previsioni circa 4 miliardi ma rinuncerebbe ad un incasso di 400 milioni annui, ciò sta a significare che dopo dieci anni il vantaggio della vendita svanirebbe. La giustificazione di fare cassa per aumentare il PIL o diminuire il debito non funziona, (anche se il debito pubblico non è la causa della crisi, bensì la conseguenza) anzi lo Stato privandosi di utili netti delle proprie aziende crea più debito. Apparentemente sembra di trovarsi davanti ad un caso di surrealismo economico ma la verità è ben altra, si svende il Paese per cedere sovranità come chiesto dall’€uropa, ma il motivo principale è che il nostro Paese è ancora abbastanza ricco da far gola ai nostri competitor europei. Per quanto ci si può vantare nell’attrarre investimenti stranieri, ricordo che i  Paesi africani sono un polo d’attrazione per gli investimenti stranieri al fine di depredare le risorse naturali che spetterebbero ai cittadini nativi. Aggiungo inoltre, per coloro i quali sostengono che con la lira svalutata l’Italia sarebbe acquisita da stranieri, che tale scenario sta già accadendo in pieno regime di super euro. Ricordiamoci dell’ azienda dolciaria italiana che è stata acquistata dai turchi con la loro moneta che per ironia della sorte si chiama proprio lira, la quale in dieci anni si è svalutata fino al 62% nei confronti dell’euro.

 

italia-in-vendita_0

Ma d’altra parte, chi ha guidato il nostro Paese ha affermato che non bisogna per forza difendere con le unghie tutto ciò che è italiano…

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog