attualita' posted by

Piano Juncker di investimenti europei. La moltiplicazione…

Jean-Claude Juncker
Il piano ‪‎Juncker‬ (già mi viene da ridere) prevede investimenti su scala europea pari a 315 miliardi, destinati, come dicono media e “politici corretti” a risollevare l’economia del continente. Questa cifra virtuale di 315 MLD, se confermata risulterà essere circa il 2% del pil europeo, insufficiente se consideriamo che nel 2013 gli investimenti pubblici americani sono stati circa il 4% del pil, intorno a 530 mld di euro e risultati comunque come livello più basso dal periodo post bellico.
Cattura usare
Ma la cosa più “affascinante” risulta dal fatto che questa cifra stanziata dal così detto piano Juncker per gli investimenti europei, sono teorici, perchè sarebbero il risultato di un ipotecabile effetto moltiplicatore quotato  a 15, “puntando” solo 21 mld di capitali pubblici effettivi. Precisamente 5mld dalla BEI Banca europea investimenti e 16mld da un fondo di garanzia dei Paesi membri dell’UE (quindi soldi dei cittadini).
Pertanto secondo il piano Juncker, investendo 1 euro pubblico si dovrebbero ottenere 15 euro privati, con 2 euro, ottenere 30 euro e cosi via.
Una scommessa molto azzardata se teniamo conto di una quota alta di guadagno 1:15 paragonabile nello scommettere sulla vittoria con 4 gol di scarto per una squadra ultima in classifica che andrà a giocare in casa della prima in classifica.
Quindi il piano degli investimenti europei targato Juncker, affinchè possa rivelarsi “vincente” necessiterà di un miracolo, come già descritto prima, cioè simile  ad una sconfitta in casa del Barcellona per 4 a 0 dall’ultima in classifica di campionato o puntare alla vittoria di un cavallo che zoppica.
Cattura 341

Inoltre, gli investimenti privati si stimolano se prima vi è un grosso investimento pubblico che dovrà essere maggiore rispetto al secondo e non il contrario ed in questo caso i soldi pubblico sono 21 mentre i privati dovrebbero metterci la bellezza di 280 mld, ci troviamo all’opposto della teoria keynesiana e fatta spacciare come tale…
In recessione il settore privato è pessimista e certamente non rischierà investendo su una economia in crisi, preferirà conservare i capitali come riserva, per questo che solo un massiccio investimento pubblico rappresenta una politica anti ciclica rispetto all’andamento ciclico negativo acquisito dall’economia privata ormai in recessione.
Un misero investimento pubblico usato solo come capitale iniziale per sperare in una scommessa quotata a 15 si rivelerà una puntata da corsa da cavalli ed il gioco d’azzardo spesso e volentieri impoverisce.
Solo i miracoli moltiplicano i pani ed i pesci e certamente il “moltiplicatore europeo del Nazareno” da 21 miliardi non si trasformerà in 315, statene certi…

Jean Sebatien S. Lucidi

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog