Euro crisis posted by

Per quelli che pensavano che il Brexit fosse fasullo: Londra rinuncia alla prossima presidenza EU (e l’FMI conferma, Londra crescerà più di Berlino)

images

I media stanno tentando in tutti i modi di nascondere l’ovvio: Londra fuori dall’EU farà meglio di Berlino di fatto annullando oltremanica la nefasta austerità imposta da Bruxelles – a vantaggio esclusivamente tedesco -. Nota a discredito di tali media manipolati, notizia di questi giorni: lato politico, nonostante la sordina sulla stampa italiana, Londra ha annunciato ufficialmente che rinuncerà alla prossima presidenza EU. Ossia, di fatto confermando le parole di Theresa May “Brexit is Brexit”.

image

In secundis addirittura l’FMI conferma che a seguito del Brexit gli UK cresceranno più della Germania.

image

Ora due domande, fondamentali. La prima, cui prodest dire tutte queste bugie sui disastri annunciati nel post Brexit. La risposta è semplice: tali bugie sono a vantaggio delle elites di mezzo mondo – diciamo lo 0,01% della popolazione, i quali detengono i media, ndr – che con un ipotetico cambio di status quo vedono messe a rischio le loro enormi fortune, o emigrano su Marte o devono poter controllare le masse sempre più incazzate per il fatto che questi “pochissimi” per mantenere tali super-mega-ricchezze devono corrispondentemente mandare sul lastrico praticamente l’intera società umana, leggasi devono poter disporre di masse super-mega-povere, nullatenenti che devono pur anche consumare ed anzi indebitarsi per mantenere i privilegi dei pochi delle elites che perseguono il fine di mantenere intonse le loro enormi ricchezze (della serie, nel lungo termine non si tratterà più di destra o sinistra ma di un nuovo feudalesimo). Da qui la morte della classe media, di cui Trump vuole essere probabilmente l’ultimo interprete [di fatto anche Sanders, sebbene con una deriva più socialista]. Notasi bene: per uno di desta come lo scrivente fa male mettere nero su bianco certe cose, ma questa è la triste realtà dei nostri giorni e dunque va detta…

image

La seconda domanda invece è fino a quando il governo italiano potrà nascondere a circa 54 milioni di italiani che l’euro è una truffa ad esclusivo vantaggio tedesco. Ossia, visto che anche e soprattutto dopo il Brexit esiste un’alternativa a questa Europa austera voluta da Berlino (ho detto Londra?), vogliamo ribellarci o continuare subire la repressione europea sotto forma di tasse esorbitanti imposte alle cittadinanze europee per volere (=interesse) di Berlino? Per rispetto alle prossime generazioni dobbiamo uscire da questo cul de sac della moneta unica che finalmente è a vantaggio solo dei germanici, costi quel che costi.
Anche perché non far nulla significherebbe gettare alle ortiche due guerre mondiali combattute dai nostri avi, oltre ad un futuro da schiavi, noi servi dei tedeschi padroni.
Non se e parla proprio, piuttosto meglio una guerra, che dite?

image

In ogni caso qualsiasi decisione andrà presa dopo l’elezione del prossimo presidente USA. Che, posto sia un repubblicano, avrà tutto l’interesse a correggere gli errori di Obama. Ossia, per la nostra povera Italietta non va MAI dimenticato che senza un dominus a nostra difesa siamo destinati a divenire schiavi dei poteri centrali, l’esempio dell’europa austera incentrata nell’euro ne è l’ennesima riprova – in passato ce ne sono state molte altre, ndr -.
L’unico vantaggio italico nella presente contingenza è che, libro di storia alla mano, nessuno, né europeo né russo né americano, ha interesse a termine ad avere fra le scatole gli ingombranti, ingordi tedeschi….

Il governo attuale ha una responsabilità unica nella storia nazionale, enorme, conseguenze politiche, economiche e pur anche personali incluse (intendo dei governanti, memento la tragica fine del Savonarola): continuare a stare nell’euro a pena del fallimento di Stato, imprese e famiglie o abbandonare la barca che affonda – come sempre quando al timone europeo ci sono i tedeschi – cercando l’unità di intenti con Londra, non a caso il paese a cui l’Italia deve la sua esistenza come entità nazionale? Chi scrive non ha nessun dubbio…

Vedremo.

Mitt Dolcino

2 Comments

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog