attualita' posted by

Il modello da non prendere come modello…

10557178_10152339297938860_7173401819289334220_n
Per quanti anni ci siamo dovuti sorbire i sermoni sul “modello” tedesco da cui prendere esempio? Sviluppando perfino  sensi di colpa e sindromi da autorazzismo grazie all’aiuto determinate del mainstream?
Dopo l’esportazione della democrazia a furia di bombardamenti aerei, fino a pochimesi fà la dottrina era l’esportazione appunto del modello economico tedesco, ritenuto un gran successo e quindi da far adottare al resto del vecchio continente.
Peccato che tale modello si basa esclusivamente sulle esportazioni ovvero dipendente dalla domanda estera sacrificando però quella interna, quindi precarizzazione del lavoro e deflazione salariale con conseguente crollo dei prezzi e quindi dell’inflazione. In sostanza mercantilismo allo stato puro.
Finchè la domanda estera è sostenuta con politiche espansive, il gioco può funzionare, ma tutte le cose hanno comunque un loro ciclo che termina (diciamo tapering) e la tanto agognata domanda estera europea è stata annientata già da tempo proprio dal soggetto  che dipende da quest’ultima ovvero la Germania (bel paradosso di ottusità teutonica) mentre il resto della domanda mondiale sembra non essere così scontata.
Fine dell’immissione di liquidità negli USA, sanzioni indirizzate a Mosca che stanno portando ad un vistoso calo del commercio tedesco verso la Russia, la quale sta aprendo  nuovi orizzonti ed accordi commerciali  con il resto del mondo isolando l’Europa, flessibilità delle monete sovrane extra europee che giustamente non rendono l’export germanico invadente come è accaduto nel Sud Europa. Si può dedurre quindi che la dottrina del  mercantilismo teutonico tanto osannato dai media italiani non ha attecchito più di tanto nel resto del mondo. Si veda la Cina che da più di un anno ha orientato il suo commercio verso la propria domanda interna.
china-current-account-to-gdp
(https://scenarieconomici.it/delitto-allexport-cinese/)
I tedeschi malgrado siano stati colti di sorpresa dai loro dati economici non confortanti, come produzione industriale in forte calo e stagnazione confermata dalla Bundesbank,
germany-industrial-production-mom
non cambieranno rotta ed ad ogni calo della domanda estera, risponderanno, per sostenere l’export, con ulteriori inasprimenti salariali o per dirla in modo “raffinato” risponderanno con più competitività fino al totale avvitamento della loro e della nostra economia.
Ma la stampa sarà sempre pronta per quelle metamorfosi di convenienza…
Come quelle storiche convenienze che ci ricordano che prima dell’8 settembre 1943 erano tutti fascisti, mentre il giorno dopo si scoprirono tutti antifascisti…
p.s. C’è qualcuno che ancora insegue questo modello fallimentare, la cosa è grottesca, ma allo stesso tempo tragica per il fatto che è a capo del governo…

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog