attualita' posted by

I RAPPORTI DI LAVORO DOPO IL “JOBS ACT”, il nuovo libro di Matteo Mazzon

 

img_8379

Da diversi anni il diritto del lavoro è interessato da un processo di cambiamento che pone agli
operatori del settore una serie di rilevanti questioni, sia sotto il profilo teorico-ricostruttivo, sia sotto
quello pratico-applicativo. In particolare, il 7 marzo 2015, a distanza di tre mesi dall’emanazione
della legge delega, sono entrati in vigore i primi due decreti relativi al contratto di lavoro a tempo
indeterminato a tutele crescenti, ammortizzatori sociali, disciplina organica dei contratti e revisione
della normativa in tema di mansioni, misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di
lavoro.

Il 24 settembre 2015 con l’entrata in vigore degli ultimi quattro decreti la riforma è stata
completata: riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di
lavoro, razionalizzazione e semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione
sociale, riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive,
razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e
imprese e altre disposizioni in materia di lavoro e pari opportunità […].

Con questo volume il Dott. Mazzon fornisce in modo chiaro e sistematico un quadro completo del
“nuovo diritto del lavoro”, approfondendo tutte le novità introdotte da “Jobs Act” che ha l’obiettivo
primario di creare nuova occupazione stabile, anche alla luce delle nuove regole più chiare e certe
in caso di licenziamenti illegittimi. Il fulcro della riforma è l’introduzione del contratto a tutele
crescenti secondo il quale, in caso di licenziamenti illegittimi, i lavoratori sono garantiti da
un’indennità economica proporzionata alla loro anzianità aziendale.

Invece, comportamenti discriminatori o palesemente strumentali dei datori di lavoro vengono sanzionati con la
reintegrazione del dipendente. Inoltre, si previene il contenzioso giudiziario tramite un nuovo
modello di conciliazione […].
La riforma è anche intervenuta sulla revisione delle sanzioni e dell’attività ispettiva in materia di
lavoro, nonché sull’esonero contributivo e sugli ammortizzatori sociali.
L’Autore approfondisce queste tematiche e, attraverso un’attenta analisi, rivolta all’esame e alla
ponderazione di molteplici risvolti e profili, affronta compiutamente tutti gli aspetti del lavoro
autonomo e subordinato dopo il “Jobs act”, fornendo preziose soluzioni per un’applicazione pratica
delle nuove disposizioni. In conclusione, questo volume è uno strumento di particolare valore ed
utilità per tutti gli operatori del settore.

http://www.edizioniadmaiora.it/pubblicazioni/item/i-rapporti-di-lavoro-dopo-il-jobs-act-dirittoprevidenza-
e-ammortizzatori-sociali.html

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog