attualita' posted by

@DavidSassoli – un esempio di volgare speculazione sull’assassinio di #JoCox

In questi giorni abbiamo visto purtroppo come un crimine efferato e disgustoso, commesso da un folle, sia immediatamente stato utilizzato a fini politici. Abbiamo assistito addirittura ai mercati mentre festeggiavano una morte, poiché convinti che aiuterà la campagna per la permanenza della Gran Bretagna in Europa.

Tra i tweet più stomachevoli ho letto quelli del vicepresidente del Parlamento europeo, David Sassoli, giornalista Rai, ed oggi tra i più convinti (?) politici a favore della dittatura europea.

Sassoli non ha trovato nulla di meglio da fare che scrivere che leghisti ed anti Europa dovrebbero chiedere scusa, visto che l’assassino della povera Jo Cox è un nazista. Il tweet è stato indirizzato a Claudio Borghi così accusandolo appunto di essere un nazista.

Eccolo:


Inoltre il “giornalista” ha ricordato anche che l’assassino finanziava gruppi nazisti USA e pertanto ha pensato di ritenersi legittimato a chiedere, ai “quaquaraquà” che criticano l’UE, di tenerlo a mente (sapevatelo, scrive).

Ecco il secondo stomachevole tweet


Avete capito bene, il giornalista e vice Presidente del Parlamento europeo, strumentalizza brutalmente una morte, strumentalizza il sangue ancora caldo di una giovane mamma, per dare dei nazisti a Borghi ed a tutti coloro che criticano questa Unione Europea. In sostanza ha la folle arroganza di accusare espressamente tutti noi della morte di Jo Cox.

Sarebbe troppo facile ricordare a questo squallido esempio della più becera propaganda eurista, che certamente non è stata la legittima critica di tecnici di competenza giuridica ed economica immensamente superiore alla sua, ad aver armato la mano di un pazzo.

David Sassoli ovviamente è uno che distungue tra morti di serie A e di serie B. Ignora i migliaia di suicidi che le politiche deliberate di austerità hanno provocato, ignora lo scempio che l’UE ha fatto del popolo greco e della sofferenza che sta in generale impartendo ai popoli del vecchio continente. 

Io non distinguo i morti, provo pena immensa per Jo Cox e la sua famiglia, ma non posso che provarne altrettanta per ogni singolo omicidio commesso dalla volontà criminale dei burocrati europei. Perché quando si impone l’avanzo primario, anche in deflazione, non lo si fa per errore, lo si fa per la volontà di ottenere effetti politici dalla sofferenza imposta ai popoli!

Oggi, a distanza di settant’anni dalla fine del nazismo, la cosa più simile al suo odioso germe totalitario è proprio l’Unione Europea, che ne copia le principali tecniche propagandistiche.

Sassoli, dal suo strapagato ruolo di Parlamentare Europeo, non può non rendersi conto del deficit di democrazia che si vive in quella sede, non può non rendersi conto della totale inutilità di un Parlamento privo di iniziativa legislativa, che agisce solo come una sorta di Notaio in differita delle scelte di commissari non eletti che sono, per legge, addirittura indipendenti da ogni organo di derivazione democratica. Chi fa le leggi in Europa non risponde al popolo, ebbene caro (si fa per dire) Sassoli, questo e solo questo è nazismo.

Caratteristica principale di ogni dittatura è infatti quella di allontanare chi fa le leggi dalle decisioni sovrane del popolo. Come tacere poi, se si ha un minimo di cultura costituzionale e storica, di come il nazismo fosse in realtà la mera risposta alle politiche neoliberiste che avevano diffuso la miseria nel vecchio continente già prima della restaurazione compiuta dall’UE.

Sassoli, questo non te lo dicono folli visionari euroscettici, lo scrivevano i nostri Padri Costituenti nei verbali, che oggi sono la testimonianza della genesi della Costituzione, testimonianza che certamente tu non hai mai letto, pur pretendendo di pontificare su cose che non conosci.

Chi è che oggi, più di tutti, fomenta il modello neoliberista, imponendo il mantra della libertà di mercato priva di limiti ed amoralmente sopra ogni cosa? Ebbene, è proprio l’UE che ha addirittura anteposto per norma (leggere art. 127 tfue) la stabilità dei prezzi al benessere e alla pace (Non è nazismo mio Sassoli, è scritto nei trattati!)

Il nostro modello Costituzionale invece, proprio per evitare l’avvento di nuovi totalitarismi, e per creare vero benessere e vera democrazia, aveva scelto ed imposto che l’iniziativa privata fosse sempre subordinata all’interesse pubblico, affinché l’egoismo umano, certamente uno dei motori possibili di sviluppo (ma per fortuna non l’unico!), fosse contenuto e non finisse per travolgere tutto.

Ed infine Sassoli ti chiedo, ma non è vero nazismo casomai affermare che le crisi e le gravi crisi sono lo strumento per obbligarci a cedere sovranità? Questo è quanto dichiarato dal tuo amico Mario Monti, quel signore che si chiede spesso se la democrazia sia compatibile con l’integrazione europea, che definisce la Grecia il più grande successo dell’euro e che ha detto, a commento dei suicidi in italia, che tutto sommato a noi è andata bene visto che in Grecia ci sono stati più morti…

Dunque con quale coraggio dai del nazista a noi? Forse solo con quello di un’ignoranza monumentale? Io posso solo invitarti a studiare, perché oggi ciò che ha armato la mano di quel folle, è proprio l’incompetenza di cui tu sei un grande esponente.

Ed attenzione parlando di incompetenza ti faccio un favore, poiché se così non fosse, saresti uno dei tanti esponenti in malafede che tramano per la sottomissione dei popoli europei alle oligarchie finanziarie.

Speriamo nel Brexit, prima martellata a questa oscena dittatura UE, ma temo che il sangue della povera Jo Cox sarà la base perché se ne versi ancora di più grazie alla vostra squallida propaganda. E Jo Cox non meritava la doppia pena di morire così e poi di essere strumentalizzata affinché altra gente potesse continuare a morire per mano del nuovo nazismo, quello che al posto della svastica ha la bandiera blu e le stelline…

Avv. Marco Mori – blog scenarieconomici – Alternativa per l’Italia – autore de “Il tramonto della democrazia, analisi giuridica della genesi di una dittatura europea” 

1

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog