attualita' posted by

COME LA RUSSIA HA SALVATO IL PROPRIO SISTEMA CREDITIZIO – DUE ESEMPI

 

Della  Russia si parla sempre molto, ma poco si parla del suo sistema creditizio e delle sue banche. 

Eppure la Russia ha avuto , anche a causa delle sanzioni, un momento di stasi economica molto forte.

Nonostante questo il sistema creditizio è sopravvissuto, anzi si è riformato. Questo grazie all’intervento della Banca centrale ed una gestione corretta delle sofferenze e delle situazioni di crisi.

Dal 2013 il Sistema di assicurazione dei depositi, che è completo in Russia e non prevede il Bail In, ha coperto le perdite per un totale del 13,8% dei depositi, naturalmente con l’appoggio della Banca Centrale

A quest’opera di assicurazione si è accompagnata un’attività di pulizia delle banche che hanno agito in maniera fraudolenta, come mostrato in questo secondo grafico.

Come vedete la Banca Centrale Russa ha agito con l’ascia ogni volta che una banca privata sia stata coinvolta in un’attività di carattere fraudolento. Un’opera meritoria che avrebbe evitato molto problemi qui in Italia, se fosse stata imitata dalla Banca d’Italia. Possiamo solo immaginare come avrebbero potuto andare diversamente i fatti se la BI fosse intervenuta sulle 4 banche “Risolte” o nelle popolari venete nel 2010.. o nel 2001, quando vi furono le prime voci di attività irregolari e la prima ispezione. 

Il medico pietoso fa la piaga purulenta, e poi non estirpabile senza ammazzare il paziente. Al contrario di BI , che ha dismesso le proprie sedi provinciali, la Banca Centrale Russa prevede di aumentare dal primo marzo  la severità dell’auditing sulle singole banche ponendo anche  un proprio rappresentante in sede fissa in ognuna delle 623 banche presenti nel paese ed incrementando la responsabilità del top management sulle operazioni della banca stessa. 

Per concludere: quando si vuole controllare un sistema bancario lo si fa, ci sono tutti i mezzi tecnici. Ci vuole però la volontà di farlo e la forza per farlo. Mi pare che questa caratteristica manchi sia a Roma sia a Francoforte. 

1 Comment

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog