attualita' posted by

Batteri “elettricisti”… producono energia delle acque reflue!!! di Daniele Parlante

IMG_6113

-ENERGIA … Produrla da fonti rinnovabili ci salverà da future guerre!!!

La continua domanda di energia pulita, sostenibile ha recentemente indotto i principali paesi industrializzati ad investire nella ricerca di energie alternative ( tranne l’Italia che investe in accoglienza). È di qualche giorno fa la notizia battuta da ANSA di un nuovo modo di ottenere energia elettrica dai batteri (il primo prototipo è stato costruito all’Università di Stanford).

La batteria sfrutta microrganismi in grado di ricavare energia in ambienti ostili privi di ossigeno, come le acque molto inquinate, piene di fertilizzanti, di tutte le acque reflue che derivano da attività domestiche, industriali e agricole. Gli ingegneri sono riusciti a “collegare” i microrganismi come se fossero dei fili elettrici; digerendo le sostanze inquinate presenti nelle acque reflue, i batteri hanno prodotto energia che è stata poi immagazzinata all’altro polo. Questi batteri chiamati “elettrogeni”,  hanno recentemente consentito lo sviluppo di vere batterie biologiche dette Microbial Fuel  Cells (MFC). Purtroppo questa tecnologia innovativa presenta delle problematiche che risiede nel fatto che si conosce ben poco dei processi molecolari che stanno alla base dell’elettrogenicita’.

In questo scenario il CRA – Centro di Ricerca per lo Studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo (CRA-RPS) in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze (Dip. di Biologia Evoluzionistica “Leo Pardi”) e l’Università della Tuscia di Viterbo, ha presentato un progetto mirato alla ricerca di nuovi batteri elettrogenici sia nel suolo (la più grande risorsa di biodiversità del pianeta) che da ambienti estremi.

L’obiettivo finale è duplice: individuare e caratterizzare nuovi batteri elettrogenici e cercare di far luce sulle relazioni esistenti tra comunità microbiche e composizione delle matrici organiche. Per concludere vorrei fare una piccola osservazione, grazie alla nostra cattiva gestione del territorio il mare delle coste abruzzesi dove io vivo risulta molto inquinato… chissà quanta energia potremmo produrre??? Potremmo iniziare dalla mia regione…

Daniele Parlante.

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog